Serie A al via

scudetto_italia_distintivi_ricamati_idearicamo_2_a_pvLa decima edizione del campionato di serie A di sicuro si farà ricordare come la più diversa.
Ad iniziare questa diversità di sicuro ci sono i record che questa stagione si porta dietro: maggior numero di regioni iscritte (Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte, Veneto e per la prima volta la Toscana); massimo di squadre promesse, e al debutto (Caronno Sharks & White Wallars Empoli); e la massima espansione finora mai avuta sul territorio italiano, toccando il centro Italia.
La dipartita del Varese Pirates e la scelta del Ferrara Tchoukball di mischiare le forze ha di sicuro aperto diversi scenari che stuzzicano le fantasie di chi vuole prevedere come andrà questa stagione.
12042869_742287932544666_8318831613767521803_nIn casa Caronno, l’arrivo dell’azzurro Pietro Giuliani è di sicuro la miccia che farà scoppiare la bomba Sharks.
Una squadra che ha nelle sue file ha la meglio gioventù della serie cadetta costruita con perizia e pazienza da Simome Muraro in sei anni di associazionismo soprattutto da un punto di vista umano.
Presi fra i 12-14 anni i tchouker lombardi oggi sono chiamati al salto di qualità.
A guidarli l’ex giocatore del Varese Pirates a cui è stato lasciato il doppio incarico di giocatore-allenatore.
Caronno Sharks è una squadra che ha un forte gioco sotto al pannello ma pecca negli schemi a tutto campo coi ribaltamenti pochissimo utilizzati.
Naufragata l’anno scorso l’opzione di lasciare la squadra in mano ad un tecnico di esperienza (Jacopo Esposito), ecco che il presidente Muraro ci riprova con Giuliani.
11026293_10206950294502130_4769468597705518355_nPreparatissimo in ambo i campi riuscirà a non prevalere sui giovani lui che è stata la stella polare del gioco del Varese e il più schematico ed inflessibile dei tecnici?
Dalla soluzione di questo quesito dipende tutta la stagione 2015/16 degli squali.
In casa Ferrara la scelta di mixare i tchouker a propria disposizione ha di sicuro lasciato più interrogativi che certezze.
Il potenziale per far bene c’è, lo dimostrano i tantissimi gli azzurri ed ex, ma diversi tchouker hanno storto il naso per questo terremoto societario, soprattutto gli ex Los Cornetteros.
I fratelli Checchi sono finiti al Lendinara; Paolo Dolzani è una incognita (forse ha abbandonato il movimento); Antonio Notarangelo è stato nel mese di Settembre al centro di una discussione sul suo utilizzo.
Per mister Andrea Fergnani un lavoro duro nel mettere insieme i cocci di questa scelta senza uscire dal podio e rischiare la retrocessione.
In casa Empoli eccoci arrivati al primo capolinea della associazione: Serie A.
Tanto desiderata, tanto ricorsa ed eccola.
11188201_10207143917266125_6767562626871330591_nUn ripescaggio che lascia un po’ di amaro in bocca per chi voleva arrivarci dalla porta d’ingresso ma la voglia di esserci è più grande di queste quisquiglie burocratiche.
Di sicuro l’associazione Wallas è una delle grandi del TB italiano, con un movimento cittadino non indifferente: Tre squadre, una under 14, un torneo scolastico e attivissima in fase di diffusione sul territorio regionale.
In questo nuovo viaggio paga quest’anno di sicuro l’inesperienza di non avere mai giocato coi grandi, cosa che ad esempio Caronno ha fatto, e di non avere al momento giocatori di categoria in rosa.
Dalla sua ha però l’entusiasmo e la realtà di vivere un sogno.
Questi stimoli quanto saranno utili per la salvezza?
10614102_10204997668649230_2008539765516854854_nIn casa Lendinara ecco l’occasione buona per mettersi fra le grandi.
Una delle migliori giocatrici della serie A è finalmente in rosa (Chiara Checchi); e con lei c’è una delle migliori ale sinistre del campionato (Stefano Checchi).
Se si ambienteranno saranno il trampolino di lancio per una squadra solida che da quando ha debuttato nel tchoukall è sempre stata in crescita.
La dipartita di Varese ha di sicuro aperto grossi spiragli per i play off ma lascia aperta l’incognita confronto.
Con chi si confronteranno i celtici per capire a che punto sono?
Le teste di serie sono troppo forti mentre le squadre ferraresi non sono un ottimo banco di prova perché nel cambio stagione possono mutare notevolmente di pelle facendo perdere ogni riferimento.
Tutte le altre giocano dichiaratamente per la salvezza.
11127755_10152735918771266_1455315919922266137_nIn casa Rovello ecco aprirsi la concreta prospettiva di un campionato a due con il Saronno Castor.
Da Varese c’è l’arrivo l’ex azzurro De Santis, da poco ritornato nel giro della nazionale.
Molti i giovani di prospettiva.
Da capire se Stefano Barabani c’è ancora e come si comporteranno i giovani che stanno svecchiano una squadra di grandi campioni mondiali.
Un anno che può regalare gioie e dolori ma che di sicuro farà maturare l’ambiente.
In casa Saronno ecco un altro campionato a 2 velocità.
Per il Castor è una corsa con se stessi per la vetta con l’incognita Rovello, al massimo Ferrara, da risolvere ai play off con il peso e la consapevolezza di essere i favoriti.
10660082_10204997886934687_7357669292135306716_nPer il Pollux un campionato di salvezza da giocarsi con sempre più squadre e con la “presunzione” che hanno nel loro inconscio un po’ tutti che l’ultimo posto è già assegnato agli empolesi.
Di sicuro per la seconda stella saronnese questo campionato è importante per imparare a commettere meno errori possibili.
II gruppo sta crescendo e le ultime convocazioni azzurre hanno dimostrato che le potenzialità per salvarsi ci sono.
In casa Asti e Bergamo anche quest’anno i discorsi sono simili e sono legati al logoramento della rosa.
Ambo le squadre giocano per la salvezza con rose “striminzite” ma mentre per Asti il trend sembra in fase decadente per Bergamo si apre una speranza.
10885118_10205856621605765_4184189902165446526_nI mondiali di Taiwan hanno fatto bene all’ambiente e le ultime convocazioni vedono anche per Ilario una prospettiva di azzurro.
Un entusiasmo, quello bergamasco, che bisognerà vedere fin quanto durerà in campo.
Di sicuro la salvezza è dura ma non impossibile.
Dalla serie B diverse squadre pronte per il grande passo sono scomparse (Torinoceronti, Julia Cartonassi, At. PKH Caserta, Romagna Caveja) e quindi uno spareggio fra terzultima e terza può essere, salvo imprevisti, una formalità.
Sarà quindi un campionato diverso, con la testa sempre più solitaria dal resto del corpo che sotto il velo può nascondere quella di una bella fotomodella.

Informazioni su puntoregalato

Tchoukball italiano
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...