Per l’Italia M18 c’è un quarto posto che vale bronzo

11846586_883864068355748_9001921659671274785_nNonostante l’Italia M18 maschile in campo ci sia e si fa sentire è la fortuna non sorridere agli azzurri.
La prima semifinale è il preludio a ciò che verrà in seguito con gli arbitri non esenti da errori grossolani dettati (in gran parte) dal diverso stile di gioco (ed arbitraggio) che nel dubbio fa fischiare un po’ tutto (e troppo); mettendo così la nazionale italiana nelle condizioni di non riuscire a trovare il ritmo giusto per accumulare il margine di sicurezza che vuol dire vittoria.
Con Singapore c’è anche la “scusante” e variante di trovarsi d’innanzi ad una squadra molto brava e super motivata che lascia pochi margini di manovra agli azzurrini: ed è così che questa sconfitta, di una gara combattutissima e apertissima fino agli ultimi minuti (48-42), diventa, per i padroni di casa, il biglietto d’ingresso sull’aereo “ali dell’entusiasmo”.
11904721_131963367145410_7715203111021215324_nUn volo capace di far toccare il cielo con un dito e che regala un oro storico, ed una vittoria ancora più storica, perché ottenuto tutto su la onnivincente Taiwan (47-43).
Per l’Italia la finale per il terzo posto è “croce e delizia” in quanto la sconfitta matura dopo una gara quasi sempre condotta in vantaggio.
Ad influenzare l’incontro, a discapido degli europei, non è soprattutto dalla bravura degli avversari, che c’è stata, ma, bensì, una direzione di gara troppo “asiatica” dove nel dubbio della massa, come già scritto in precedenza, preferisce fischiare.
Partendo dal presupposto che l’arbitro ha sempre ragione, per l’Italia c’è un quarto posto che vale sicuramente non legno ma bronzo perché un solo punto da Hong Kong (44-43) non è un margine sufficiente da far gridare “Caporetto!”, ma anzi che migliora di molto la posizione guadagnata nel 2013 (settimo posto).
11889503_131963180478762_3278336616141220552_nNelle altre finali resta l’eterno dualismo fra le due potenze del Tchoukball Asiatico.
A Taiwan vanno i titoli mondiali M15 Man & Woman e M12 Man; mentre Singapore guadagna anche quelli femminili M18 e M12.
Da segnalare fra le varie posizioni il terzo posto della Cina nella categoria M15 Man e i vari podi ottenuti dalla Malesia.
Per i risultati è possibile consultare la pagina Facebook della FITB oppure il sito internet: http://www.tchoukball.org/calendar#year=2015&month=8&day=17&view=month

11907376_132009567140790_488652203281707309_n11905785_132009560474124_5999270748306225077_n11205040_132009570474123_5568192699164126112_n11846652_131429163865497_4791748497146110797_n

Informazioni su puntoregalato

Tchoukball italiano
Questa voce è stata pubblicata in Mondiali Under 2015 - Singapore, nostri articoli. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...