Domani parte l’avventura azzurra

11268072_10154105547679068_8553428158596702000_nDomani partirà a Taiwan il mondiale di tchoukball 2015 e per l’Italia maschile il difficile intento di confermare la seconda piazza conquistata quattro anni prima, in casa, a Ferrara.
Rispetto a quell’esperienza moltissime le novità azzurre iniziando dalla panchina che non vede più la coppia Basilico-Calcaterra ma Andrea “Fergy” Fergnani, uno dei tchouker che conquistò quel successo; e come vice Francesco Desii, tchouker proveniente da una delle realtà più in crescita del panorama italiano: Wallers Empoli Tchoukball.
Altre medaglie d’argento mondiali presenti in rosa Giacomo “Giko” Zinetti, colonna storica del movimento italiano ed ex allenatore della nazionale femminile e Filippo Gilli, entrambi provenienti dalla squadra più titolata del TB italiano: Saronno Castor.
Nel 2011, l’Italia, giocando in casa ebbe la possibilità di schierare anche una nazionale B.
È da lì che mister Andrea Fergnani ha pescato per finire di creare la spina dorsale della sua formazione.

11822416_877613928980762_8650963287685905109_n Manuele Coppola, Antonio Notarangelo, Fabrizio Caprani (che finita l’avventura Taiwanese volerà a Singapore per guidare la rappresentativa azzurra maschile M18) sono i giocatori su cui la nazionale punterà per avere una continuità di gioco e grinta che sicuramente serviranno per superare in testa, almeno, la prima del mondiale.
Caratteristiche che non mancano anche ad altri tchouker di rilievo che però sono alla loro prima esperienza mondiale.
11846515_10205316462736687_1922227525737119072_nStefano Checchi, Andrea Zonca, Pietro Giuliani, Mattia Arveda hanno dalla loro la giusta esperienza per far bene e non deludere le aspettative del coach.
Allenatore che in questa sua prima esperienza internazionale tricolore ha molto puntato sui giovani iniziando da Elio Kovi, primo giocatore cadetto a vestire la maglia azzurra.
A lui si aggiungono anche Andrea Volontè, diventato negli anni un giocatore fondamentale del Saronno Castor e Andrea Franceschini, il primo tchouker (di sesso maschile) veneto a vestire questa casacca.
L’avventura azzurra parte sicuramente coi pronostici a proprio favore.
Questi mondiali, giocandosi in Asia, vedono l’assenza di diverse squadre europee che sicuramente avrebbero potuto dare fastidi ed impensierire.
L’esperta Svizzera, la nascente Germania, la campione d’Europa Austria sono compagini che sicuramente avrebbero fatto bene a questo campionato mondiale e messo in crisi la maggior parte delle squadre presenti.
11822813_10207492406299360_5889369683726416434_nDi contro altare l’assenza di così importanti e note squadre porta mister Fergnani a dover navigare a vista.
A parte Taiwan e Singapore le altre squadre asiatiche saranno sicuramente delle mime vaganti che potranno o essere facilmente disinnescate oppure rischiano di scoppiare in faccia.
Italia dovrà quindi vedersela con un girone difficile da interpretare con solo la nazionale Taiwanese B unico certo ostacolo da superare.
Sconfitta, qualora venisse, che potrebbe non impensierire più di tanto il cammino azzurro anche perché questa nazionale non può puntare al successo finale visti i regolamenti internazionali che permettono alla nazionale ospitante di schierare due compagini ma che limitano di molto la seconda formazione mettendola fuori classifica e non facendola gareggiare per il podio.
Da gustarsi il derby coi “cugini” francesi che sicuramente ce la metteranno tutta anche se la nazionale verde-bianco-rosso parte favorita.
Pakistan, Hong Kong, Malaysia, Thailandia ed Indonesia sono al momento incontri “esotici” ma non da sottovalutare anche se il ranking mondiale redatto dalla federazione internazionale vede la migliore piazzata, Malesia, al quattordicesimo posto, quarta l’Italia.
11202102_10207492407139381_814011709386669210_nGirone invece di ferro quello A con Taiwan A quasi certa di vincere a mani bassi la prima fase e con Singapore che segue a ruota.
Attenzione però a Gran Bretagna e Brasile che potrebbero regalare qualche sorpresa.
Altre squadre interessanti da vedere: Sud Corea, Macau e Filippine.
In chiave femminile sono 6 le nazionali presenti con Gran Bretegna unica extra asiatica e con due nazionali taiwanesi.
La squadra del Regno Unito, terza forza europea, potrebbe regalarsi qualche soddisfazione da podio Hong Kong e Macao permettendo.

Informazioni su puntoregalato

Tchoukball italiano
Questa voce è stata pubblicata in Mondiali 2015 - Taiwan, nostri articoli, Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...