Il mio tchoukball in un click

Quando lessi del concorso #sportTOplay – Scatta una foto e vinci lo sport in cuor mio avevo due cose chiare: la prima di non partecipare e la seconda l’immagine che per me rappresenta il tchoukball.
Dopo una riflessione durata pochissimo cambiai la prima scelta e andando in cerca di quell’immagine ne trovai un’altra che poteva andare bene (questa).
188982_10150116367488618_722032_n
Ecco qui uno dei gesti più naturali che facciamo e che ci caratterizza.
Dei difensori che segnalano il punto dell’avversario.
Ma non è questa l’immagine che voglio dare del nostro sport in quanto è significativa ma ancora riduttiva.
Per un vero sportivo dichiarare di aver sbagliato non è difficile… è normale.
Decisi di non barcollare e mi buttai nei meandri di facebook.
La ricerca era difficile e un po’ complessa visto che questa immagine era fra le prime che avevo visto.
Andai nel sito della FTBI ma notai che aveva optato di documentare il tchoukball italiano con le foto svizzere nonostante un ricco patrimonio.
Quindi non potevo spulciare il vasto panorama fotografico della Elena Zambello in quanto non c’era, e non so se era un bene o un male visto com’è archiviato, mi buttai allora su quello di uno dei protagonisti di quell’immagine.
Mannaggia a lui!
Era peggio della Zambello.
Una marea di foto che sarebbero valse negli anno ’80 e ’90 il valore di un garage se sviluppate con le tecnologie di allora.
Per fortuna che hanno inventato la macchina digitale.
Alla fine, disperso in quella folta foresta amazzonica fotografica, dove c’era tutto ma non quello che cercavo mi buttai sul secondo protagonista della foto.
Per mia fortuna lui è meno vanesio e non si fa fotografare 100000 volte mentre lecca le persone e così “EUREKA!” l’ho trovata.

1913567_94934428842_5582786_n

Per me questa foto rappresenta il mio sport: il tchoukball.
Il mio sport non è un punto, una bella ragazze (e ce ne sono) o una bella azione di gioco.
Il mio sport è l’amicizia che ci accomuna e che mi ha fatto innamorare ed appassionare.
Continuo ad affermare che siamo amatori in quanto amanti della disciplina.
Questa foto riassume tutto: sacrifici, gioia, dolori, voglia di stare insieme, bisticci, tregue, pettegolezzi, un bel tiro, una bella parata, un bel toso e una bella tosa…
In questa foto c’è tutto il nostro mondo, o almeno quello che credo che sia.
Non potendo citare a memoria, ai miei tempi si diceva a “campanella”, la carta del tchoukball ho deciso di riassumerla in questa immagine.
Se qualcuno è concorde con me può mettere un like alla foto andando su istagram.
Gli hashtag #sporToplay e #Torino2015 mentre il profilo dove si trova questa foto è naturalmente PUNTOREGALATO
(FB)

Informazioni su puntoregalato

Tchoukball italiano
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...