Quattro chiacchiere al bar con… Silvia Ganino

Ciao Silvia. In questi giorni sei stata a Praga a giocare la Supraise Cup. Che città è Praga?
silvia ganinoCiao Botta! Be Praga è una città meravigliosa! Fredda, ma meravigliosa. E aver visto la piazza della città con tutte quelle decorazioni e bancarelle Natalizie…le davano un tocco ancora più magico.

Ti è piaciuto questo torneo?
Sì, è stato davvero ben organizzato anche se non sono un amante della sabbia, ma mi è piaciuto per il fatto che è stato creato con lo scopo di promuovere più il fair play e il bel gioco fra i partecipanti, piuttosto che la vittoria di una singola squadra su un’altra; come invece accade per molti altri tornei dove vi si partecipa principalmente per vincere. Inoltre era ben visibile la passione per il Tchoukball degli organizzatori cechi (Fra cui ricordo il gentilissimo Michal Matějovský, nonchè anche nostra guida turistica per la città) e questo ovviamente ha contribuito nella buon riuscita del torneo.

Immaginati che non ci fossi mai stato. Me lo consiglieresti? e se si perché?
Te lo consiglierei per due motivi: il primo, si tratta di un torneo particolare visto che si gioca sulla sabbia in inverno e ti dà l’occasione di creare ed estendere nuove amicizie. Il secondo invece, be distribuivano gratis vodka e birra alle 9.30 di mattina.

Che compagni di viaggio sono Botta, Kikko, Timo, Gatto e Adri?
Sono degli ottimi compagni di viaggio, anche se camminano troppo veloce! Ho avuto la possibilità di passare davvero un bel weekend con loro, pur non conoscendoli ancora bene.
Mi sono divertita davvero tanto e sono davvero grata a ognuno di loro per la bella esperienza affrontata insieme.

10311755_

Il torneo praghese si gioca a set. Come ti sei trovata con questo tipo di gioco nuovo in Italia dove le partite, anche quelle amatoriali, sono a tempo?
Abbastanza bene. Si giocava molto di più, ma a volte mi sembrava anche un po’ confusionario e quindi preferisco il sistema classico a tempo.

Mentre io e gli altri sperimentavamo la cucina locale tu mangiali la cotoletta con le patate… Perché di tale scelta così molto polentona?
Be partendo dal fatto che sono abbastanza schizzinosa, è raro che io provi cibi nuovi; quindi tendo ad andare sul sicuro, con la consapevolezza di spendere i miei soldi mangiando qualcosa che so mi piacerà e che mangerò per certo.

Hai conosciuto qualcuno di interessante?
Ho avuto modo di approfondire la conoscenza con i miei compagni di viaggio e di Michal, oltre a fare nuove amicizie con qualche altro giocatore ceco, e sì sono tutte persone interessanti! Si entra in una cultura differente dalla nostra ed essendo una persona curiosa (tranne che sul cibo) è sempre entusiasmante venire in contatto con persone che provengono da un altro paese.

C’è una tua foto vicino a Jakub. Quando l’hai scattata che cosa hai pensato?
silv jacQuando il gentil signore Adriano Patruno ha scattato quella foto, più che a pensare mi veniva da ridere. E’ davvero il ragazzo più alto che abbia mai visto e io sono piccola di statura, quindi non è poi così difficile trovarsi di fronte a un ragazzo più alto di me; ma Jakub è davvero davvero molto alto e a pelle mi è sembrato una bella persona e quindi il tipico gigante buono. Spero di rivederlo presto come tutti gli altri giocatori che ho avuto modo di conoscere.

C’è qualche aneddoto che vorresti raccontare in particolar modo?
Ne avrei tanti di aneddoti: tipo quando Botta si ostinava a parlare italiano con Michal, che per qualche strana ragione riusciva a comprenderlo, oppure quando ci siamo persi la prima sera, in cerca del nostro ostello, che praticamente avevamo sotto il naso ma inconsciamente abbiamo allungato il viaggio di circa un’ora seguendo l’indicazione di Adri ”Dobbiamo arrivare alla seconda isola” . O ancora un altro, quando Botta ha pestato il piede del povero Gatto la domenica mattina presto, e lui appena sveglio invece che parlare, se ne è uscito con un:”Meowww, Chhffffffff” Ce ne sono davvero tanti da raccontare ma mi fermo qui o andrei avanti per ore.

Questa esperienza in che modo ti ha arricchito?
Mi ha arricchito nei rapporti personali con le persone (c’è sempre da imparare e assimilare dalle persone che si incontra) e soprattutto mi ha dimostrato che il sentiero che sto percorrendo, ossia quello di diventare mediatrice/interprete, è quello giusto. E per questo devo ringraziare solo te Botta, visto che sapevi poco e nulla di Inglese e mi usavi come traduttrice.

Pensi di ripeterla fra qualche tempo?
Si assolutamente. Non solo perché Praga è una città stupenda, ma anche per le nuove amicizie che si creano, per la continua interazione con persone che possiedono uno sfondo culturale differente e per le belle persone che si incontrano.

Informazioni su puntoregalato

Tchoukball italiano
Questa voce è stata pubblicata in Chiacchiere al bar, nostri articoli, TORNEI AMATORIALI. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...