Sgavisc perde l’imbattibilità

rove-ferr5Il 9 novembre 2014 sarà una data da ricordare nella storia del campionato italiano?
Di sicuro fra ritorni illustri nel massimo campionato, in casa Ferrara, ed risultati non scontati alla vigilia questa giornata si può registrare fra le più anomale.
Alla Palestra di Piazza Aldo Moro di Venegono Superiore per un pelo il Varese Pirates non faceva il colpaccio con Saronno Castor.
A pensare per i saronnesi l’assenza in campo di Alessandro “Acio” Aceti più una serie di passaggi sbagliati che permettono al Varese di colmare quella differenza tecnica che nelle partite precedenti ha sempre fatto la differenza.
Se a questi fattori si aggiungono dei “pirati” che non sbagliano molto con una Maria Negrisolo superba il +2 finale dei pluricampioni d’Italia rischia di stare stretto ai varesini.
Il Castor fa il suo gioco che riesce pure a portare un margine di vantaggio di +9 che Giuliani&compagni riescono a colmare peccano solo verso la fine gestendo male gli ultimi 2- 3 palloni ma ciò non intacca la loro grande prestazione.
A fare la differenza quindi le ali saronnesi nella terza frazione di gioco quando riescono a mettere giù punti che alla fine della fiera risulteranno pesantissimi.
Altra partita importante in terra lombarda è stata quella fra Saronno Pollux e Bergamo TB.
Una partita incerta che poteva portare a qualsiasi risultato, fatto accertato già la passata stagione quando un pareggio e un +3 finale sorrisero di più ai bergamaschi lasciando l’amaro in bocca ai giovani saronnesi.
rove-ferr8Ma a questo giro mister Filli ha potuto contare su una grande prestazione dei propri ragazzi con Anna Zinetti implacabile in difesa e che ha fatto sudare non poco l’ala Andrea Zonca, da poco convocato dal CT Fergnani per gli allenamenti azzurri in vista dei mondiali asiatici del 2015.
Una partita che ha visto in pratica sempre il Pollux col pallino del gioco col Bergamo costretto nel finale a forzare troppo il gioco regalando così troppi errori che non gli permetteranno di recuperare l’andamento della partita.
Le altre due partite della giornata Bergamo – Castor 46-59 e Varese Pirates – Pollux 67-54 seguono più o meno lo stesso canovaccio con le due squadre vincenti che riescono sin da subito a dettare il ritmo della partita e con le avversarie che non riescono ad uscire fuori dall’andamento impostogli.
Presso la Palestra di Via Venezia, 98 di Pontelagoscuro (FE) si gioca la seconda parte della seconda giornata di serie A 2014-2015.
In campo le realtà di Ferrara&Lendinara e quelle di Rovello.
Giornata tosta per i comaschi che sperimentano per primi il distretto da tre non proprio facile da superare con Los Cornetteros Ferrara, vice campioni d’Italia 2013-2014; Lendinara Celtics, quinti la passata stagione; e Oldnuts Ferrara campioni di serie B 2013-2014 con diversi elementi già da anni nel tchoukball che conta e con trascorsi azzurri.
Un trittico di partite difficile da superare.
Dopo un debutto amaro per gli Oldnuts (67-40) e facili vittorie per i Los Cornetteros (68-40) ed i Celtics (70-47) tutti gli occhi sono puntati sul Big match: Los Cornetteros Ferrara- Rovello Sgavisc
rove-ferr7A raccontarcela nel dettaglio la penna di Enrico Lolli presente all’incontro.
Avvio scopiettante, con rovello che nei primi dieci minuti gioca molto bene, grazie ad una buona difesa e al solito Stefano “Stiwy” Barabani trascinatore si porta avanti di 4-5 punti (forse qualcosa di più ma non sono sicuro). Ferrara non ci sta e comincia a prendere le misure.
Salgono in cattedra Dolzani e Patruno che iniziano a mettere giù punti ed Arveda che da centrale gioca una gran partita e con difese esaltanti carica tutta la squadra e il pubblico sugli spalti.
Così dopo un buon break e una difesa quasi perfetta con i centrattacchi (Gumina e Marco Fergnani) degli estensi sugli scudi il primo tempo finisce con i Cornetteros in vantaggio di 5 (sempre non sono sicurissimo).
Dopo il discorso degli allenatori nel primo intervallo riprende la partita e i ferraresi entrano in campo molto determinati, fondamentali in questa fase di partita i fratelli Checchi, autori di un grande match.
Nel secondo tempo rovello prova a tenere il passo ma, complici gli infortuni di “Stiwy” e di “Gianspazio” Roberti, oltre alle assenze di Stefano “Stezio” e della Sara Bernasconi i campioni d’Italia in carica si trovano a giocare in 6 e come spesso succede, riescono a tirare fuori tutti quel qualcosa in più.
In certi momenti lo svantaggio arriva alla doppia cifra ma gli Sgavisc non ci stanno e guidati dalle difese della coppia Caprani-Abutzu e dai punti di Donati e Tosello, entrambi da tenere d’occhio per il futuro, cercano di restare in partita e chiudono il periodo con uno svantaggio di 8-9 punti.
rove-ferr6Nel terzo tempo, complice un calo generale dei cornetti ferraresei e una forte determinazione dei lariani la partita si riapre.
Piano piano Rovello, guidata da coach Volontè, riesce a rosicchiare un punto alla volta, gli estensi fanno fatica a mettere giù punti anche con giocatori importanti come Bernardinello e Notarangelo, che però sono fondamentali in difesa buona prova anche per Castaldelli anche se ha giocato uno scampolo di partita; è proprio grazie ad una seconda linea spettacolare di notes che si interrompe la rimonta di Carugati e company.
Mister Andrea Fergnani rimette le bocche da fuoco Dolzani e Patruno ma i Cornetteros devono resistere ad un nuovo ritorno di rovello che con le ultime forze rimaste trova qualche punto con Rebosio e arriva a toccare il meno 3.
Negli ultimi minuti di partita è Marco Fergnani che prende per mano la squadra e con le sue solite giocate la conduce alla vittoria riportando a 5 punti il distacco finale tra le due squadre. Complessivamente è stata una bella partita da vedere, le due squadre hanno viaggiato a corrente alterna e nei loro rispettivi momenti migliori si sono messe entrambe in difficoltà.
rove-ferr9Sarebbe stato bello vedere Rovello a pieno organico ma credo che se i cornetti giocassero sempre con questa grinta e questa voglia di vincere potrebbero veramente giocarsi fino in fondo lo scudetto.
Con questa sconfitta il Rovello Sgavisc perdere la propria imbattibilità che durava in Italia dal 20 ottobre 2013. Nelle due restanti partite Vittoria di misura del Rovello Sgavisc col Lendinara Celtics e primo successo stagionale per la neo promossa Oldnuts.
Dopo la seconda giornata la classifica vede al comando ad 8 punti Castor (4 partite giocate) e Sgavisc (5 partite giocate); a 4 punti Los Cornetteros (2 partite giocate) e Pirates (4 gare giocate); 2 punti Redox, Oldnuts, Celtics (tutte e tre con 2 partite giocate) Pollux & Bergamo (entrambe con 4 partite giocate); ferma a 0 punti il Seran (5 partite giocate)

9 novembre 2014 Oldnuts Ferrara 40 67 Rovello Sgavisc
9 novembre 2014 Lendinara Celtics 70 47 Rovello Seran
9 novembre 2014 Los Cornetteros Ferrara 64 59 Rovello Sgavisc
9 novembre 2014 Oldnuts Ferrara 66 60 Rovello Seran
9 novembre 2014 Lendinara Celtics 60 66 Rovello Sgavisc
9 novembre 2014 Bergamo TB 46 59 Saronno Castor
9 novembre 2014 Varese Pirates 67 54 Saronno Pollux
9 novembre 2014 Bergamo TB 50 66 Saronno Pollux
9 novembre 2014 Varese Pirates 60 62 Saronno Castor

Advertisements

Informazioni su puntoregalato

Tchoukball italiano
Questa voce è stata pubblicata in Commento ai risultati di serie A, nostri articoli, serie A. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...