INTERVISTA EUROPEA: Carla Girola & Elena Zambello

Luglio è iniziato e l’inizio degli europei sembra lontano ma in realtà è molto vicino.
Abbiamo raggiunto Carla Girala del Saronno Castor ed Elena Zambello del Lendinara Celtics per parlare un po’ di questo evento internazionale.
L due ragazze sono fra i volti nuovi della nazionale azzurra di tchoukball convocate dai ct Coppola& Zinetti.

Ciao Ragazze. Manca circa un mese all’inizio della rassegna europea. Come stati vivendo questo pre evento?

Carla Girola

Carla Girola

Carla: ciao botta, la partenza è sempre più vicina e anche se la tensione si fa sentire non vedo l’ora di mettermi in gioco e vedere sul campo i risultati di questi ultimi allenamenti.
Elena: Ciao! Come sto vivendo il pre-europeo? Non saprei: sono molto presa dalla sessione estiva e sto studiando molto per organizzarmi e trovare il tempo per non saltare gli allenamenti; quindi ci sono momenti in cui non ci penso più di tanto. Però quando penso a quello che mi aspetta tra meno di un mese, dico “cavolo, sono stata convocata davvero..giocherò gli europei! WOW!! =)” e subito sale la carica e l’emozione. Non vedo davvero davvero l’ora di partire.

Una parola per descrivere la vostra accoppiata di allenatori?

Elena Zambello

Elena Zambello

Carla: Un accoppiata vincente, sono efficienti e ben preparati, mi trovo bene con loro.
Elena: Beh, Manu e Giko sono due allenatori che si completano: il primo sta dimostrando tanta voglia di fare, si impegna, annota sempre tutto, ha consigli da dare, mentre Giko mette a disposizione del gruppo una lunghissima esperienza da allenatore e una profondissima conoscenza tecnico-tattica del tchoukball. Sono entrambi giocatori qualificati e giocano entrambi in nazionale maschile; sono un ottimo duo, sono contenta.

Come ti sei trovata col gruppo storico della fiorelline?
Carla: Molto bene, mi hanno fatto sentire fin da subito parte di un gruppo, sono contenta di giocare con loro.
Elena: Le fiorelline storiche sono un bellissimo gruppo unito e si vede! Ricordo che alla cena dell’ultimo raduno prima della convocazione delle 20 il tavolo era evidentemente diviso in tre parti: nazionale A, nazionale B e ragazze che non erano mai state in nazionale. So che può sembrare brutto, ma quando non ci si conosce tutte è normale che questo accada! Sopratutto in fase di selezione è normale appoggiarsi alle proprie sicurezze, no? In ogni caso, già dopo le convocazioni, le fiorelline sono state disponibili, anzi, volenterose di fare gruppo e integrare noi new entries. Noi 12 veniamo tutte da squadre diverse (a parte qualche caso), c’è chi viene dalla nazionale A, chi dalla nazionale B, chi è alla sua prima esperienza in nazionale.. Il nostro gruppo, per quanto eterogeneo, si sta pian piano plasmando e c’è tanta voglia di stare insieme, raccontarsi, conoscersi meglio. La voglia non sembra esserci proprio da parte di tutte, purtroppo, ma nella maggior parte delle ragazze sì! Io non sono una persona timida, ridiamo molto, sto facendo nuove amicizie e approfondendo quelle che già c’erano. Mi sto trovando bene!

Le due tchouker hanno giocato in nazionale insieme nella nazionale italiana B femminile ai mondiali di Ferrara 2011

Le due tchouker hanno giocato in nazionale insieme nella nazionale italiana B femminile ai mondiali di Ferrara 2011

C’è qualche giocatrice della vecchia guarda con cui hai subito legato?
Carla: Nessuna in particolare,cerco di legare con tutte sia durante il gioco che fuori.
480291_4379319930992_422372141_nElena: Come dicevo nella risposta alla domanda di prima, mi sto trovando bene praticamente con tutte. Chiaramente qualcuna la conosco un po’ meglio di altre, quindi se proprio devo fare nomi, di sicuro nomino Irene: facciamo tutti i viaggi assieme (quindi tipo 6 ore a weekend) e parliamo molto, ci stiamo conoscendo meglio e spesso ci capita di giocare a pannello assieme. Anche Maria la sto conoscendo meglio negli ultimi tempi: lei è di una simpatia esplosiva, è la persona che fa più gruppo in assoluto e poi beh, io e lei siamo campionesse in carica di telino! (Ire e Noe sicuramente capiranno! 😀 ) nonostante siano entrambe da molto tempo tra le più forti giocatrici italiane non sono affatto delle montate, anzi! È una cosa che ammiro molto.

Fra le giocatrici non selezionate dai ct Coppola&Zinetti c’è qualche tchouker con cui ti sarebbe piaciuto giocare e perché?

Carla & Elena durante un Green di Ferrara

Carla & Elena durante un Green di Ferrara

Carla: si mi sarebbe piaciuto molto giocare con Margherita Spagli per la forza e l’energia che ha quando è in campo,ha un modo di fare che infonde grinta e coraggio alla squadra,il che non guasta mai.
Elena: Sinceramente, preferirei non mettere bocca sulle selezioni perché mi fido degli allenatori. Sicuramente avranno fatto le loro valutazioni e i loro compromessi, e scegliere 12 ragazze in un gruppo di 20 non dev’essere stato facile! Ad ogni modo, volendo, ci sono mille occasioni per giocare assieme, basta pensare a quanti tornei ci sono durante l’anno! Poi sarebbe bello riorganizzare il triangolare delle tre RFZ (Rappresentative Femminili di Zona) per conoscerci di più e migliorare tutte assieme.

Quali sono secondo te, ad oggi, i punti di forza di questa nazionale e quelli su cui dovete ancora migliorare?
Carla: il nostro punto di forza è sicuramente la difesa , mentre essendo una squadra nuova non abbiamo ancora molta confidenza con scambi e ribaltamenti quindi la velocità in attacco è un punto su cui dobbiamo ancora migliorare;ci stiamo lavorando
10256894_10204416132353207_4398797022680660701_nElena: Tenendo conto che ben 10 ragazze su 12 giocano centrattacco in campionato (in alcuni casi come doppio ruolo), secondo me il nostro punto di forza è senza dubbio la difesa. Siamo abituate a difendere in campionato anche giocatori da nazionale maschile, quindi difendere la maggior parte delle ragazze risulta un po’ più semplice. E qui viene la nota dolente…il nostro tallone d’Achille è sicuramente l’attacco. Molte di noi (me compresa) in nazionale giocano spesso in un ruolo diverso da quello a cui sono abituate in campionato. Dover “resettare” lo stile di gioco, è stato necessario per poter diventare una nazionale equilibrata; all’inizio è stato un po’ spiazzante e forse demotivante per tutte, ma col passare degli allenamenti è diventato sempre più interessante e stimolante. Gli allenamenti della nazionale secondo me servono proprio a questo: migliorare e approfondire aspetti del gioco che nei nostri club spesso non curiamo. Anche se le selezioni sono state fatte un po’ tardi e gli allenamenti forse non saranno in numero sufficiente per arrivare all’europeo pronte al 120%, quest’opportunità è un onore e ci permette di diventare giocatrici più complete. O almeno, quello è l’obiettivo! E di sicuro allenarmi con giocatrici più esperte di me è una bellissima opportunità.

Chi temi di più fra le nazionali del vecchio continente?
1527088_10201040468766689_2005500499_nCarla: non conosco un gran che le altre nazionali femminili, ma sicuramente la svizzera è quella che mi preoccupa di più.
Elena: Non saprei, non conosco molto il livello delle altre nazionali femminili. So che giocheremo in un girone unico con Svizzera, Austria, Germania, Regno Unito, Repubblica Ceca, Spagna e Francia; se non ho capito male noi Italiane siamo quarte nel FITB Ranking. Di sicuro la Svizzera sulla carta è una delle favorite, visti i risultati degli ultimi eventi internazionali, ma non so da chi sarà effettivamente composta, quindi vedremo. Sono curiosa di incontrare tutte le squadre e confrontarmi con stili di gioco diversi da quelli a cui sono abituata coi Celtics o con le fiorelline. Se non altro, il vantaggio di essere in girone unico è che potremo giocare con tutte.

Cosa ti aspetti da questa competizione?
600213_4379299210474_1985258542_nCarla: mi aspetto tante soddisfazioni, divertendomi e dando il massimo ogni partita. è un ottima occasione per crescere e migliorare.
Elena: I Tedeschi sono noti per la loro serietà organizzativa, quindi mi aspetto un europeo ben strutturato. Già il video dell’estrazione delle squadre dei gironi era molto “professional”. Spero che almeno a questo evento la mia celiachia non sia un ostacolo e io riesca a mangiare decentemente (senza ripetere quello che è successo al mondiale)! xD Sarebbe bello, poi, che facessero un collegamento in streaming perché anche i miei amici e familiari potessero vedere le nostre partite e che ci fosse il wi-fi almeno in palestra, come a Ginevra. Sono carichissima! Spero di crescere come giocatrice e come persona, di divertirmi con le mie compagne di squadra e conoscere persone nuove. Ho voglia di prendere l’aereo, di rivedere i miei amici Svizzeri e Inglesi, di vedere posti nuovi, di rispolverare il mio inglese e il mio francese, di assaggiare cibi diversi… Sono davvero curiosa di confrontarmi con giocatori stranieri e capire come funziona il tchoukball al di là delle Alpi. 1798379_685775981445814_1739678613_nOvviamente porterò la mia inseparabile macchina fotografica! Sono davvero emozionata all’idea di indossare la maglia azzurra come giocatrice della nazionale maggiore. Le aspettative sono alte e spero di non deludere me stessa e gli altri. L’europeo è un’esperienza che mi voglio godere e assaporare fino in fondo! Soprattutto perché sarà il mio primo momento di respiro dopo la sessione: ho l’ultimo esame il 29 luglio, proprio il giorno della partenza per l’europeo! 😀

Un tuo pronostico finale su ambo le competizioni…
Carla: Sapendo ben poco sulle altre nazionali non mi sento di fare un vero e proprio pronostico, diciamo che spero di vedere entrambe le nazionali italiane impegnate nella finale 1°- 2° posto.
Elena: Ripeto, non so molto di tchoukball europeo per cui i miei pronostici non possono essere molto attendibili per la nazionale femminile. Sarebbe bella e interessante una finale con la Svizzera, è un po’ il nostro obiettivo. Noi ragazze siamo davvero cariche, abbiamo voglia di giocare e spaccare!Per quanto riguarda il settore maschile le tre squadre più forti, secondo me, sono Italia, Austria e Svizzera. 64332_10201000075673925_625776293_nLa Svizzera non ha mai smesso di allenarsi dopo il mondiale 2011 e l’Austria è cresciuta davvero tanto! In entrambe le squadre ci sono ottimi elementi. Al torneo di Ginevra, la finale del torneo nazioni è stata proprio Svizzera-Austria, una partita tiratissima e davvero bella da vedere! I nostri azzurri secondo me si giocheranno il primo posto in girone con l’Austria, poi si vedrà! Credo che sicuramente arriveranno al podio. Sarà entusiasmante vedere del bel tchoukball giocato dalle nazionali maschili! I ragazzi hanno uno stile di gioco completamente diverso da quello delle ragazze: tendenzialmente più dinamico e potente..stra bello da vedere! Tifate per noi!

Annunci

Informazioni su puntoregalato

Tchoukball italiano
Questa voce è stata pubblicata in Europeo 2014 - Germania, INTERVISTE, Interviste mondiali, Lendinara Tchoukball, nostri articoli, Saronno Comets. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...