INTERVISTA EUROPEA: Stefano Checchi

Sempre più vicino è l’inizio dell’europeo e dopo i sorteggi il blog Punto regalato ha deciso di avvicinarsi ad uno dei volti nuovi della nazionale maschile.
È ferrarese e nel suo curriculum da tchouker può vantare un primo posto ai mondiali juniores di Austria 2011 nella categoria M18 maschile.
Stefano Checchi è riuscito a guadagnarsi la maglia azzurra grazie anche ad un’ottima stagione con Los Cornetteros Ferrara, che ha avuto fra i pre convocati ben sei atleti presenti.

Ciao Stefano. Eccoti di nuovo alla vigilia di un’importante competizione ma questa con gli “adulti” del tchoukball. Come ti senti alla vigilia?
1965012_644672488941575_139649770617854673_nCiao Botta, ormai manca poco alla partenza per l ‘europeo e la tensione inizia a salire, ma ciò nonostante ho voglia di mettere alla prova le mie capacità e scoprire il livello delle altre nazioni.

Nel 2011 in Austria hai giocato i mondiali under 18. Che ricordi hai di quella esperienza?
I mondiali in Austria sono per me un ricordo ancora molto nitido nella mente, ricordo l’ esordio contro la nazionale tedesca, ricordo il clima fantastico che c’ era nella rappresentativa Italia e ricordo la magnifica sensazione di indossare la maglia italiana.

A distanza di tempo avresti mai pensato di giungere fino a qui?
Pensato no, sperato in verità, essere convocato nella nazionale maggiore per me è un grande onore oltre che uno stimolo in più per migliorarmi.

La nazionale maschile M18 di Austria 2011

La nazionale maschile M18 di Austria 2011

L’Italia del 2011 ha cambiato volto perdendo, fra gli altri, gli eroi ferraresi di quell’evento giocato in casa: Marco e Andrea Fergnani. Che ricordi hai di quei campioni e di quel mondiale?
Marco e Andrea erano e sono tuttora due pilastri del tchoukball ferrarese ed italiano, sono due atleti che hanno dato molto alla maglia azzurra. Il mondiale a Ferrara è stato un evento fantastico, bellissime partite ( ricordo Italia-Gran Bretagna e Italia-Sigapore) mi spiace non giocare con loro questo europeo ma col passare del tempo è giusto che le generazioni più anziane lascino il posto a quelle più giovani.

Chiudiamo ora col passato e parliamo un po’ del presente. Che nazionale dobbiamo aspettarci a questi europei?
1939853_10203620863671987_2138429332_nLa nazionale di quest’anno è una compagine con un buon equilibrio, le CT sono state in grado di amalgamare i veterani con i nuovi innesti in modo sorprendente, siamo una buona squadra e partiamo favoriti ( parlo guardando la classifica della federazione internazionale). Noi ci crediamo e siamo carichi per il resto lascio parlare il campo

La nuova generazione azzurra del Ferrara maschile sarà rappresentata oltre da te anche Andrea Gumina e Antonio Notarangelo. Nessuno meglio di te ci può descrivere i loro pregi e i loro difetti visto che ci giochi insieme nel Los Cornetteros.

Stefano insieme a Paolo Dozzo Dolzani il quarto tchouker ferrarese convocato agli europei.

Stefano insieme a Paolo Dozzo Dolzani il quarto tchouker ferrarese convocato agli europei.

Gumi e Notes sono due giocatori molto forti, già il fatto che siano stati convocati dimostra la loro forza, mi sono sempre trovato molto bene con entrambi quindi so che possono dimostrare molto. Tecnicamente nei loro ruoli sono eccezionali: Gumi in difesa e molto bravo e anche ad attaccare non è un dilettante ( questo grazie ai sui due anni giocati come ala destra), Notes penso che siamo una delle ali sinistre più forte d’ Italia se non d’ Europa, la sua forza non è da meno alla sua varietà di tiri. L’ unica pecca che possono avere è la gestione dell’ emozione, entrambi soffrono questa cosa e se non saranno in grado di gestirla potrebbero avere qualche piccolo problema ma io sono fiducioso.

Secondo te quali sono i tuoi pregi e i tuoi difetti?
Su di me posso dirti che sicuramente avrò un gioco molto diverso dai miei compagni.. Punterò molto sugli scambi a discapito della soluzione individuale, questo sicuramente può influire in modo positivo sulla squadra, in più grazie allo spin riesco a gestire molto bene il contrattacco ( quindi l’ 1 contro 1 oppure l’ 1 contro 2). Per quanto riguarda i miei difetti ritengo che la mia ” testa calda” possa creare qualche problema, mi spiego, io preferisco essere schietto e sincero con un mio compagno e con il mio allenatore molto spesso anche durante la partita, questo più creare nervosismo e scontri in momenti non adeguati, cercherò di trattenermi .

283907_1850028423247_866663_n

Alcune immagini di Stefano ad Austria 2011

Austria, Repubblica Ceca, Francia, Polonia, Germania B. Queste sono le squadre con cui l’Italia deve confrontarsi per raggiungere la finale. Quale di queste vi può impensierire di più?
Be tra queste squadre sicuramente quella che ci impensierisce di più è l’ Austria, sicuramente sono i più pericolosi nel nostro girone ma non voglio fasciarmi la testa ancora prima di giocare quindi non mi sbilancio. Per quanto riguarda le altre squadre sinceramente sono un punto interrogativo, non conosco i giocatori quindi non voglio dire cose che potrei rimangiarmi.

Nel girone B secondo te ci sarà qualche sorpresa? In questo raggruppamento ci sono due compagini difficili da posizionare: Germania e Belgio. I tedeschi sono i padroni di casa, mentre i fiamminghi giocano da anni ma a livello internazionale non hanno mai preso parte a nessun evento…
Nell’ altro girone secondo me più che il Belgio i dubbi sono su Germania e Gran Bretagna, queste sono a mio parere le due squadre che si giocano il secondo posto nel girone… sarà una partita molto avvincente.

Le tue attenzioni non saranno puntare solo sulla nazionale maschile. In quella femminile gioca anche tua sorella Chiara. Che europeo pensi che vivrà?

Stefano con sua sorella Chiara, anche lei convocata nella nazionale femminile per gli europei 2014

Stefano con sua sorella Chiara, anche lei convocata nella nazionale femminile per gli europei 2014

Innanzitutto premetto dicendo che fino al rifiuto della Marty (Martina Bernardinello nrd.) e alla propagazione della lista delle 12 non avrei scommesso che Chiara entrasse, non perchè non sia forte ma per la sua giovanissima età. Chiara è stata una scommessa che per ora a dato buoni riscontri e spero che lo stesso accada in nazionale. Secondo me potrà fare bene dovrà solo rimanere lucida e non farsi prendere dall’ emozione.

Dove potrà arrivare la nazionale dei CT Coppola&Zinetti?
La nazionale dei CT Coppola-Zinetti può arrivare in alto, anche se molto rivoluzionata (come quella maschile dopotutto), hanno delle giocatrici molto forti che possono addirittura fare paura alla pluripremiata compagnie elvetica.

A livello personale, cosa ti aspetti da questa competizione?

Alcune immagini di Stefano ad Austria 2011

Alcune immagini di Stefano ad Austria 2011

Da questa competizione mi aspetto innanzitutto di divertirmi, di passare 5 giorni di sano tchoukball e di dimostrare alle CT, alla squadra e anche alle altre squadre europee il mio valore.

Ci fai un tuo pronostico finale su ambo le competizioni…
Non sono un grande amante dei pronostici ma per questa volta farò un’ eccezione… entrambe le nazionali italiane in finale con un 1° posto per quella femminile ed un 2° posto per quella maschile.

Informazioni su puntoregalato

Tchoukball italiano
Questa voce è stata pubblicata in Europeo 2014 - Germania, Ferrara Tchoukball, nostri articoli. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...