INTERVISTA AL CAMPIONATO (speciale play off Perugia): l’asso Massimo Muraro

I play off di Perugia sono da poco finiti ed abbiamo raggiunto uno dei protagonisti di questo evento FTBI: Massimo Muraro.
L’asso di Caronno, l’anno scorso eletto miglior giovane dei play off di B da questo blog, è tornato sul palcoscenico della grande serie B e coi suoi compagni è riuscito a confermare e migliorare quello che di buono hanno fatto vedere la passata edizione.
Con lui abbiamo approfondito l’avventura perugina dei tchouker cadetti.

Ciao Massimo. partirei col chiederti com ‘è stato tornare sul luogo del delitto non più da promessa ma bensì da tchouker affermato e ben visto da tutti?
10299383_4083595304029_1019010767_nCiao Botta… Sinceramente non mi sento ancora un tchouker affermato… Cerco di fare del mio meglio ogni partita ma ho ancora solo 15 anni e in confronto a tchouker poco più grandi di me… bhe… Sono distante anni luce!!! tornare a giocare i play-off è stato bellissimo. È stato il nostro obbiettivo fin da settembre e arrivarci non è stata cosa da poco.

Ci fa la sintesi della partita fra voi e Ferrara Oldnuts?
La partita con i Ferrara Oldnuts è stata la partita più bella nella quale abbia mai giocato: gli Oldnuts a mio parere erano la squadra da battere: sono tutti giocatori espertissimi e molto forti. nel primo tempo eravamo sopra di 13… E mentre giocavo ho pensato: “speriamo che non si ripeta la storia dell’anno scorso”. Nel secondo tempo si sono rifatti sotto e ci avevano quasi ripreso mandandoci alla pausa con pochi punti di vantaggio. Nel terzo tempo ce stato veramente poco da fare, i fratelli Fergnani ci hanno messo in crisi e noi non abbiamo trovato la forza di controbattere. È stata davvero una bellissima partita giocata sopratutto all’insegna dello spirito del tchoukball con autochiamate a proprio sfavore anche in momenti delicati della partita.

Parlano con tuo padre Simone mi ha detto che è successo qualcosa di importante dopo la partita con gli estensi. ce ne fai partecipi?
972203_500664993373629_5648630686846180036_nDopo la partita con Ferrara ci siamo riuniti e ci siamo parlati chiaramente: ci siamo domandati cosa volevamo fare del nostro futuro e di noi stessi. le scelte erano 2: far giocare tutti per celebrare l’impegno dato durante l’anno o far giocare chi in quel momento era indispensabile o maggiormente in forma. dopo pochi minuti di riflessione abbiamo optato per la prima ipotesi per la quale siamo stati criticati in quanto è passata come eccesso di sicurezza di vincere e non come un privilegiare lo spirito di squadra alla vittoria. per esempio sul sito della FTBI è stato detto che nel primo tempo della partita con Empoli era in panchina il tridente delle meraviglie Kovi-Garbelli-Muraro ma oltre a noi era fuori la Francesca Pizzi e in campo c’erano altri 7 giocatori altrettanto bravi… Il pensiero che noi vorremmo far passare è che non ci sono solo pochi giocatori indispensabili per una squadra, i giocatori indispensabili sono tutti quelli che la compongono e in quanto tale tutti hanno il diritto di giocare come gli altri.

Ci racconti ora la vostra finale per il 3°-4° posto?
Sulla nostra partita con Empoli sono girate gia abbastanza storie: per esempio ce chi dice che l’abbiamo presa sotto gamba ma non penso sia stato cosi. Empoli si è dimostrata una squadra all’altezza delle aspettative con giocatori molto forti sopratutto da un punto di vista fisico come Bryan o Federico… Nel primo tempo eravamo sotto di 15 ma nel secondo abbiamo recuperato alla grande riuscendo addirittura a pareggiare. Il terzo tempo sono stati 15 minuti da cardiopalma nei quali però loro sono riusciti ad aggiudicarsi la vittoria anche perchè noi eravamo visibilmente stanchi a causa della partita con gli Oldnuts.

Alla fine di questa avventura sportiva a che punto ti senti di essere arrivato a livello umano e sportivo?
1497529_500655630041232_7108688821563757064_nAl termine di questa avventura sportiva, mi sento più padrone di me stesso: a livello umano in quanto sono venuto in contatto con realtà al di fuori della Lombardia e a livello sportivo perchè finalmente ho capito che posso anch’io fare qualcosa di buono per la squadra hahahaha

Che campionato è stato quello di quest’anno per te?
Quest’anno per me è stato un campionato fantastico!! arrivare davanti a Torino, a Castellanza e a Solaro è stato davvero difficile… Noi guardavamo solo una partita alla volta e senza che ce ne rendessimo conto eravamo gia qualificati con un paio di giornate di anticipo. È bello vivere qualcosa da protagonista!

I play off di serie B sono gli unici che realmente rappresentano in maniera omogenea il tchoukball italiano. C’è stata qualche squadra che ti ha particolarmente colpito?
10262074_500655533374575_8156588037001986544_nSi, c’è stata qualche squadra che mi ha impressionato: i Torinioceronti hanno fatto molto bene senza Arbe e con un Matteo Macchio non al meglio e poi mi ha colpito Empoli! Ha giocato davvero molto bene!!

Hai fatto amicizia con qualche nuovo tchouker?
Con qualche nuovo tchouker ho fatto amicizia, sisi!! Non molti perchè molti li conoscevo gia! Ho fatto amicizia con Gaetano e le sue barzellette :’), con un po’ tutti i ragazzi di Empoli e ho avuto il piacere di parlare con l’esponente più forte della famiglia Fergnani: l’Irene!!!

Hai qualche aneddoto divertente da raccontarci su questa manifestazione?
Beh!! Qualche aneddoto da raccontare ci sarebbe hahaha. Ti posso dire che il sabato sera in una stanza eravamo in più di 20 persone tra caronnesi, ferraresi, castellanzesi e alla fine si sono aggiunti pure i torinesi!! :’). Sempre il sabato sera ci sono stati strani “in ciucci” ma bhe… di questo non se ne può parlare!! hahah

Ultimamente in molti vorrebbero tuo padre come futuro presidente federale, ma purtroppo su questo punto ha già declinato l’invito più volte, e ancora di più ne parlano bene. Come vivi il tuo essere tchouker con così tanto padre?
10246565_10203989030235921_5648049920135191307_nMio padre è sempre riuscito a tenere fuori dalla sfera famigliare, la sfera del tchoukball… Posso confermare che lui momentaneamente non vuole diventare presidente della federazione perchè non vuole abbandonare la realtà caronnese, e perchè è convinto di non esserne all’altezza.

Nella tua famiglia c’è un’altra stella del TB italiano: tua sorella Martina. Detto fra noi quali sono i suoi pregi e quali sono i suoi difetti?
E’ brutto vivere alle spalle di una stella come la Marti anche perchè non ha difetti, lei è perfetta cosi!! (scusate ma sta vedendo quello che scrivo hahaha) a parte gli scherzi, è una ragazza molto tenace e cerca di dare sempre il meglio… L’unico difetto è che ogni tanto si lascia trasportare dalle emozioni non riuscendo più a ragionare in maniera razionale. ciao Marti ❤

Come mai fra tutti gli sport possibili ed immaginabili hai scelto il tchoukball?
Ho scelto il tchoukball perchè ero stanco dello spirito di estrema competitività che c’è nel mondo del calcio (facevo il portiere). Volevo trovare uno sport di squadra nel quale il fattore dominante era l’amicizia e l’ho trovato nel tchoukball.

Come hai conosciuto questa disciplina?
970741_500660400040755_6075162240903688299_nHo conosciuto questo sport grazie alla professoressa Mazzoli che ha messo le basi alla società di Caronno… Dopodichè sono stati i miei mister Simo Garbelli, Izio, Stezio e Simone Muraro a proiettarmi in questo mondo e a farmi cogliere tutte le sfumature che lo rendono cosi bello.

Per concludere voglio la risposta scoop: dopo questa positiva esperienza tu e gli Sharks vi sentite pronti per la serie A?
Non lo so… penso che l’unica risposta plausibile sia una risposta del campo… noi Sharks abbiamo tanta voglia d fare bene e di crescere. Andare in serie A è un traguardo molto difficile e se ci sarà mai la possibilità che questo accada noi non ci faremo cogliere impreparati.

Advertisements

Informazioni su puntoregalato

Tchoukball italiano
Questa voce è stata pubblicata in Caronno Car. Per. Diem. Tchoukball, Intervista al campionato, INTERVISTE, nostri articoli, serie B. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...