INTERVISTA AL CAMPIONATO: Il Varese trova il suo tesoro, Margherita Mai

La terza giornata di serie A ha sancito un risultato a sorpresa: la vittoria del Varese Pirates su Los Cornetteros Ferrara.
Ma la giornata positiva del Varese è iniziata prima con l’ingresso in campo di Margherita Mai che quest’estate sembrava sul viale dell’addio al TB
Con lei abbiamo parlato non solo della giornata ma anche di altro cercando di conoscerla un po’ di più.

Ciao Margherita, quest’estate molte voci ti davano fuori dal tchoukball giocato ma per fortuna la tua assenza è durata, poco ma ti chiedo com’è stato il ritorno in campo?

Margherita Mai

Margherita Mai

Ciao Botta. In effetti non erano solo voci quelle che si susseguivano sul mio ritiro: il campionato scorso è stato molto impegnativo e temevo di non farcela più a stare dietro a tutti gli impegni (oltre al tchoukball, ognuno ha le sue passioni, per me è andare in montagna!). Poi i miei ex compagni di squadra mi hanno invitato ad andare a vedere la prima giornata con Rovello e lì ho capito che giocare mi mancava e mi mancavano i miei compagni: tutti gli impegni si possono organizzare, basta un po’ di volontà. Il ritorno in squadra è stato quasi naturale, i miei compagni sono stati tutti molto carini! Ovviamente l’assetto della squadra è un po’ cambiato, ma penso che lavoreremo tutti insieme per organizzare una ciurma ancora più forte.

La tua squadra è riuscita a vincere contro ogni pronostico con Los Cornetteros Ferrara. Che partita hai vissuto e che gara è stata?

Varese Pirates dell'anno scorso

Varese Pirates dell’anno scorso

La partita con Ferrara è iniziata con le parole del nostro allenatore-giocatore Pietro:” Ragazzi, non siamo sconfitti in partenza, giochiamocela seriamente e divertiamoci”. E così è andata, abbiamo giocato mettendo in pratica i nuovi schemi e spingendo da subito. Non ci siamo risparmiati e man mano che passavano i minuti abbiamo iniziato a capire di poter fare il colpaccio, da lì ancora più concentrazione. E poi, come tutti sapranno, se un giocatore inizia a fare cose più o meno spettacolari, l’umore cresce per tutti. Direi che la vittoria è nata dal non strafare e dal non aver perso la testa. E’ stata una partita faticosa, ma molto soddisfacente.

Che squadra hai trovato quest’anno?
561945_389624264388704_494346681_nPer quello che ho visto fino ad ora penso che il campionato sarà uno dei più aperti: i Castor sono dei Castor inediti, sono sicura che terminato il “rodaggio” inizieranno a macinare punti. Rovello è una squadra solida e concreta, molto esperta ma capace ancora di divertirsi molto. La compagine che però non smette mai di stupirmi è Lendinara: lavorano con una costanza e una serietà invidiabile, si vede che c’è feeling tra i giocatori e ad ogni campionato sono sempre più forti, li stimo! Ferrara ha dei giocatori “potenzialmente devastanti” (cit. Pietro) e forse non solo potenzialmente. Ho visto molto bene anche Bergamo e Venegono, arrivare in serie A è sempre un po’ traumatico ma loro si stanno adattando molto bene. Infine i miei Pirati li vedo motivati, in forma e molto più concentrati.. saremo una bella spina nel fianco per tutti gli avversari, promesso!

Rispetto alla passata stagione, dopo queste prime battute che hai visto, che campionato pensi di vivere coi tuoi Pirates?
Per quanto riguarda il discorso Nazionale penso che sia un’ottima idea quella di fare i raduni ai quali possono partecipare tutte le ragazze, è un modo per coinvolgere tutte e rendere la convocazione una cosa meno scontata per alcune o meno lontana per altre. Mi piacerebbe molto partecipare!

Questa è una domanda che di raro faccio ma mi piacerebbe sapere: come hai conosciuto il tchoukball?
69422_10200184983617133_774096002_nHo sentito parlare di tchoukball al liceo da Jacopo e poi da Jasmine che mi hanno invitata agli allenamenti del Varese. Quando poi ho saputo che c’era anche un altro giocatore in squadra (vi lascio immaginare chi), mi sono subito tesserata !

Che cosa ti ha spinto a tornare a giocare a tchoukball?
Sono tornata a giocare perchè mi mancavano le emozioni delle partite, l’ansia prima di scendere in campo, la felicità di aver vinto, la delusione di aver perso o di aver giocato male e ovviamente perchè mi mancano i miei compagni con cui condividerle.

Negli anni tu hai giocato con molti giocatori e giocatrici. C’è qualche tchouker che ti ha particolarmente impressionato e a cui ti sei ispirata?
417680_379921992025299_157404782_nSi, negli anni ho conosciuto molte squadre e molti giocatori. Da sempre la mia squadra preferita è Asti, adoro giocare con loro. Penso che Asti e Varese siano unite da sempre da un senso particolare di rispetto in campo e ognuna stimola l’altra a giocare al meglio. Invece come singolo giocatore quello che ho sempre ammirato di più (non me ne vogliano gli altri) è il buon Acio, ex dei Castor. Lo ammiro perchè è il gigante buono, un ragazzo freddo e implacabile in campo, ma gentile e simpatico fuori. Una persona che si fa stimare!

Ultima domanda, e non poteva non essere un po’ esistenziale: cosa ti ha regalato il tchoukball nella vita di tutti i giorni?
Il tchoukball è la mia valvola di sfogo. Non vedo l’ora degli allenamenti per liberare l’ansia o ricaricare le energie tirando la palla sul pannello o ridendo con i miei compagni. Lo sport di squadra mi ha insegnato che il singolo giocatore è inutile se non ci sono gli altri a sostenerlo, mi ha insegnato ad avere fiducia in me stessa e che non c’è nessuno di infallibile o, come si dice “nato imparato”.

Advertisements

Informazioni su puntoregalato

Tchoukball italiano
Questa voce è stata pubblicata in Intervista al campionato, nostri articoli, serie A, Varese Tchoukball. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...