Tana libera tutti

La  nazionale M18 b

La nazionale M18 b

Mentre scrivo questo pezzo il mondiale di tchoukball juniores 2013 è alle battute finali e vorrei fare una premessa: questa polemica non è rivolta minimamente ai ragazzi o all’allenatore della nazionale ma alla FTBI in generale.
Detto ciò, vedendo il settimo posto finale, e leggendo un po’ le bacheche Facebook dei tchouker italiani impegnati a Taiwan, mi sono chiesto: si poteva fare di più?
Di sicuro la trasferta in Asia ha limato le scelte decisionali del Ct Zinetti.
Sicuramente abbiamo disputato un girone di ferro. Singapore e Taiwan A sono nazionali dure da vincere e l’Austria è in netta fase di evoluzione.
Probabilmente c’erano troppe aspettative, almeno per me sì, sui nostri ragazzi. Nella passata edizione eravamo riusciti a vincere ambo due le volte con la Svizzera e a giocarci la finale del primo-secondo posto.
Ma queste giustificazioni sono sufficienti?
Penso di no.
Di sicuro la mancanza di allenamenti azzurri dal 2011 ad oggi ha inciso non poco sul movimento.
In un discorso più generalizzato ed adulto (parlo d’età) molti tchouker hanno perso lo stimolo azzurro aspettando un’amante sempre più in ritardo e facendoli sbollentare troppo, tanto da far perdere a qualcuno questa passione.
Gli ottimi risultati di quell’anno (2011), secondo posto della nazionale maschile a Ferrara, hanno fatto nascondere tutte le pecche che c’erano da superare: un nazionale maschile da rifare (Marco Fergnani e Diego Carugati hanno dato l’addio azzurro già nel pre mondiale) e in chiave femminile l’avventura di mister Giacomo Zinetti era alla frutta, anche se riciclata per il prossimo pranzo di nozze.
L’aver dato tutto in due competizioni mondiali giocate in un solo anno, ai mondiali juniores d’Austria abbiamo coperto tutte le categorie e il mondiale maggiore l’abbiamo organizzato noi, ha esaurito le batterie ma come spesso capita nel nostro movimento nessuno si è impegnato a metterle nuovamente sotto carica.
Eppure gente carica c’era, eccome…
Tutti i tchouker azzurri volevano tornare a giocare insieme il prima possibile un po’ per continuare il sogno azzurro e un po’ per continuare l’amicizia nata in maglia azzurra (vedi il torneo 2011 città di Saronno o le amichevoli organizzate in maniera indipendente).
Purtroppo i burocrati non hanno visto oltre al naso e hanno lasciato le nazionali in un limbo.
L’esempio eclatante è il caso Giko Zinetti che ha dato le dimissioni ufficialmente da Ct della nazionale femminile maggiore a novembre del 2011 (dopo che aveva comunicato la decisione alle fiorelline ad agosto) e quasi un anno dopo ci siamo ritrovati nuovamente con lo stesso allenatore dimissionario sulla panchina femminile, che fino ad oggi non ha ancora organizzato uno stage per ripartire con l’avventura; Ma si possono aggiungere anche La Bina e Damiano, allenatori della nazionale maggiore maschile e la M18 femminile, di cui nessuno ha più notizie, forse nemmeno la FTBI …
Eppure la nazionale femminile dopo il flop di Ferrara, non tanto per il risultato ma per il gioco e la grinta, è completamente da rifare con tre colonne storiche come Michela Corbella, Francesca Castelli e Sabrina Basilico che non giocano più. La nazionale M18 femminile deve trovare la sua generazione di campionesse. La nazionale maschile maggiore ha due gruppi da saldare insieme in vista degli europei del 2014.
Ed è questo secondo me il nocciolo del discorso.
Il non aver considerato le nazionali un importante vincolo per far appassionare i nostri ragazzi che già giocano, perché la promozione del TB deve guardare non solo al nuovo da conquistare ma anche a consolidare quello che già c’è.
margherita3La spedizione azzurra 2013 è stata gestita come una armata Brancaleone eppure gli spunti per far bene c’erano tutti.
Nella rosa c’erano giocatori di serie B che con le loro squadre hanno fatto bene (Sharks e Neonuts); diversi vantano discreta esperienza (uno di loro da un paio di stagioni gioca in A coi Pollux); c’erano tanti altri che dall’inizio ad oggi (vedi i ragazzi di Castellanza) sono cresciuti non poco.
Il materiale umano c’era ma bisognava metterlo insieme prima di partire.
Non l’abbiamo fatto ed è questo il risultato.
Qualcuno adesso penserà/dirà: vincere era impossibile e non è detto che avremmo replicato i successi passati.
Concordo su tutta la linea ma se parti per essere lì tanto per esserci è matematico che fallisci.
Qualcun altro ora mi criticherà dicendo/pensando che ci sono problemi più importanti nel TB italiano.
Concordo ma sono convinto che se ci concentriamo solamente sui “problemoni”, per come siamo fatti noi, questi restano lì ed i “problemini” risolvibili con un sorriso si accumulano senza che trovino mai una soluzione rischiando poi di diventare dei grossi quesiti che ci fanno scervellare.
Per quanto riguarda poi i “problemoni” seri questa avventura in terra asiatica ne ha fatto uscire un altro.
Non ho capito bene se è quello di non voler mai assumersi le proprie responsabilità nascondendole come la povere sotto il tappeto sperando che nessuno se ne accorga; oppure di essere dei “cretini patentati” che spendono a cavolo i propri scarsi mezzi finanziari.
Al punto 3 dell’ultimo verbale federale si scrive, cito tutto il punto ed evidenzio la frase che mi ha fatto pensare:
“Le date del volo di ritorno da Taiwan, a causa di un errore dell’agenzia, sono state prenotate il giorno delle finali anziché il giorno dopo per le 7 persone che non faranno il tour turistico al termine del torneo. L’errore passato inosservato ha portato alla firma del contratto con Singapore Airlines. In accordo con i genitori si è deciso di posticipare di 2 giorni il rientro per permettere a tutti i giocatori di disputare tutte le partite del torneo. La penale richiesta dalla compagnia aerea Singapore Airlines per il cambio ammonta ad € 215,00 a persona per un totale di € 1.505 più le spese per una notte aggiuntiva rispetto al preventivato.”
Fin qui una comunicazione di servizio ma poi si approva questo: “Il consiglio approva la maggiore spesa all’unanimità.”
Leggendo questo mi porgo subito questo quesito: ma se l’errore è dell’agenzia di viaggio perché siamo così baluba da pagarlo noi?
Vuoi vedere che l’errore è nostro e lo scarichiamo addosso agli altri per fare i “perfettini” quando non lo si è e lo si fa per nascondere il fatto che con troppo superficialità firmiamo i contratti???
Non sarebbe la prima volta che succede un errore del genere.
Cosa ormai nota a tutti, diversi contratti durante il mondiale di Ferrara sono stati firmati senza tener conto dell’Iva facendo così schizzare il passivo finale.
Mi piacerebbe avere da parte della FTBI, da socio, un chiarimento su questo esborso.
Chi ha sbagliato?
Se abbiamo sbagliato noi ben venga la copertura in toto; se abbiamo sbagliato tutti e due si paghi a metà l’errore; se ha sbagliato l’agenzia come si afferma facciamo causa a questi “dilettanti” e facciamoci rimborsare. Di sicuro evitiamo in futuro di rivolgersi a questa agenzia.
Comunque, personalmente, presumendo che non siamo dei pirla che pagano gli errori degli altri sull’unghia quindi credo che dovremmo incominciare a comportarci più da amatori che da dilettanti.
Impariamo dagli errori fatti e non perseveriamo a perpetrarli.
In fondo “mica siamo dei pirla”.

Jack J. Jasper

Informazioni su puntoregalato

Tchoukball italiano
Questa voce è stata pubblicata in IL FANTATCHOUKBALL DI JJJ, NAZIONALE, nostri articoli. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Tana libera tutti

  1. puntoregalato ha detto:

    Diego (Carugati) in questi giorni mi ha inviato un messaggio su facebook che chiarisce a grosse linee l’ultima parte dell’articolo che riguarda il sovrapprezzo del biglietto:
    “ciao botta, perchè l’errore lo ha fatto l’agenzia ma poi la firma ce l’abbiamo messa noi sulla data sbagliata quindi alla fine se vai di fronte ad un avvocato la ragione è loro…”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...