I proverbi del Tchouk Saggio invadono le bacheche FB dei Tchouker

proverbi1In questi giorni d’agosto sono stati diversi, alcuni nuovi altri clamorosi ritorni, i personaggi fake su facebook legati al tchoukball.
Fra i vari uno ha attirato sin da subito le simpatie della gente col suo modo di scrivere popolare ma che ben dipinge la realtà italiana di questa disciplina.
Il “Tchouk Saggio” coi suoi proverbi ha invaso le bacheche dei tchouker amici regalando a loro perle e detti che coinvolgono un po’ tutti.
Una delle realtà più coinvolte è il Rovello che col titolo sfiorato dopo un campionato senza subire alcuna sconfitta e l’arrivo di alcuni tchouker dalle realtà che si sciolgono, vedi Limbiate e Gerenzano, è riuscita a scatenare il fake di faccia da libro:

Non nominare lo scudetto in casa del Rovello
A Rovello non far sapere quanto è bello vincere gli scudetti
Quando il Gerenzano affonda, i topi vanno a Rovello
Batti rovello finchè è caldo
Tanto va Rovello in finale che ci lascia lo scudetto!

Non poteva mancare di certo la capostipite Saronno. Una realtà che da anni è in testa al movimento, tanto da finire citata in una domanda del gioco “Chi vuol essere miliardario”, che riesce a raccogliere proverbi non tanto esaltanti ma pur sempre esplicativi:

Saronno non fu fatta in un giorno
Non svegliare il Pollux che dorme
Saronno a pecorelle, pianti a catinelle
Torneo di saronno con i tuoi, Rimini Festival con chi vuoi

A completare la triade gli emiliani del Ferrara Tchoukball che col loro comportamento al limite del provocatorio riescono a racimolare tre proverbi che incarnano questo comportamento:

Ferrara che abbaia non morde
Nel paese dei ciechi anche Fergy è re
Chi va con Ferrara impara a zoppicare

proverbi-al-contrario-796661Ma non solo le prime tre squadre della serie A sono coinvolte in questo gioco “pop”. Anche le altre realtà sono coinvolte in maniera più marginale ma costante:

Contro Empoli la ragion non vale
Tira più un carro di buoi che un pelo di Lendinara
Si stava meglio quando c’era Limbiate
Chi disprezza Asti compra
Chi sa fare, fa. Chi non sa fare, va a Lendinara
Di buone intenzioni è lastricato Venegono

L’immunità non c’è per nessuno, soprattutto per il re. Così anche la FTBI viene menzionata dal Tchouk Saggio:

Commissione non mangia commissione
Alla Federazione non si comanda
A pagare la quota e a iscriversi c’è sempre tempo
Date alle Federazione ciò che è della Federazione
Parlare a Brenna, perchè Diego intenda

Ma non solo associazioni sono i proverbi del “Tchouk Saggio”. Anche persone, personaggi e tchouker:

Tanto fa Desa il tagliato, che vien sempre regalato
Vox Teo, Vox Dei
Un tagliato al giorno leva Gilli di torno
Squadra che vai Pex che trovi
L’oro non si Macchia
Meglio poco che Notes
Meglio soli che con Botta
La Sara Bernasconi tutte le feste porta via
Chi si accontenta è Bazzo
A Fergna non si guarda in bocca
Impara l’arte e mettila da Buschbeck
Chiara Volontè fa buon brodo
Fausto Maglia, Dolzo e Tramacere rendono l’uomo in cenere
Andrea volontè non vede, Botta non duole
Ogni gico è bello a mamma sua
A chicco e a letto non si porta rispetto
Chi dice dolzo dice danno
Meglio un giorno da Teo che cento da Manu

Questo giochino è ben stato accettato dai tchouker con alcuni proverbi contro ribattuti e commentati:

-Campa Concordia che la squadra cresce- ha visto il commento Manu Puppo, presidente e bandiera dei Carbonassi: –E finalmente uno su di noi!!!-
-L’appetito viene a Botta- vede la contro risposta del tchouker intessato: -è + corretti scrivere: “l’appetito ce l’ha botta”-
-Ema batte dove al difensore duole- parole confermate da Chicco Pellitteri: -e si è visto in finale scudetto-
-Nella tchouker piccola c’è il vino buono- col mitico Toni Cremonini che rilancia: -tchouker nana tutta tana-
-Chi ruba poco va in galera, chi ruba tanto va al Varese- col varesino De Santis che scrive di commento: -yeeee siamo la rubentus del tchoukball xD-

proverbio

Ma il giochino dei proverbi del Tchouk Saggio ha visto subito degli emulatori:

Uno scudetto al giorno leva i giovani di torno (fergy)
Uno scudetto al Saronno leva i giovani di torno (botta)
Tanto va il Gatta all’area, che ci appoggia lo zampino (kikko)
Chi nulla stringe purtroppo è Rovello (botta)
Le porte del tchoukball hanno le reti (botta)
Non dire Gatt se non difendi i back (bobo merenda)
Non far sapere a Giko com’è buono il tchoukball col pallone kipsta (botta)
Al punto regalato non si guarda in bocca (artoni)

Naturalmente non si può chiudere questa rassegna di proverbi con quelli sportivo-tchoukaresti. I così detti neutri:

Squadra nuova, vita nuova
Il campionato è fatto a scale, c’è chi scende e c’è chi sale
Punto regalato Punto fortunato
Centrali e buoi dei paesi tuoi
Chi ben regala mal comincia
Meglio un cattivo rimbalzo oggi che un punto regalato domani!

Advertisements

Informazioni su puntoregalato

Tchoukball italiano
Questa voce è stata pubblicata in Altre news, IL LATO B DEL TB (a cura di Mister TB), nostri articoli. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...