INTERVISTA MONDIALE: Elio Kovi

Sono ritornati dal mondiale juniores giocato a Taiwan i nostri eroi M18 e non potevamo farci mancare l’intervista a uno dei nostri piccoli campioni: il capitano Elio Kovi.
Una grande stagione quella che ha vissuto il tchouker caronnese che in un anno si è ben distinto con la sua squadra ai play off di B, conquistando il secondo posto nel girone centro e una virtuale convocazione agli all star dei play off di Punto Regalato, e ha guadagnato la fascia di capitano della nazionale M18 maschile.
Un giovane di belle speranze che sicuramente farà strada all’interno del TB e che, dopo quest’ultima esperienza, riuscirà a stupirci ancora di più nella stagione agonistica sempre più vicina.

Elio Kovi

Elio Kovi

Ciao Elio inizierei questa nostra intervista col chiederti com’è stato il vestire per la prima volta la casacca azzurra, per di più da capitano?
Ciao Botta, indossare la divisa della nazionale italiana è stata per me molto emozionante ed essere stato scelto come capitato è stato un grande onore. E’ stata davvero una bella esperienza che non dimenticherò mai in quanto grazie a questo evento ho potuto confrontarmi con giovani della mia età dotati di grande talento e ho stretto amicizie con ragazzi provenienti da tutto il mondo.

Da turista com’è Taiwan?
Taiwan è un bel paese dal punto di vista estetico. Nelle grandi città come Kaohsiung e Taipei ci sono grandi palazzi e grattacieli; nella capitale abbiamo visitato il grattacielo Taipei 101, il terzo più alto del mondo, e mi ha davvero impressionato. Poi vicino a Kaohsiung siamo andati a visitare le Pagode, altri monumenti di grande bellezza.

La  nazionale M18 b

La nazionale M18 b

Da tchouker com’è Taiwan?
Già prima di andare a Taiwan sapevo che i taiwanesi erano dei fenomeni nel tchoukball ma vederli giocare dal vivo e confrontarmi direttamente con loro è stato molto emozionante e ho capito che sarà davvero difficile ma non impossibile vedere qualche nazione riuscire a batterli.

Che gruppo eravate prima della partenza e che gruppo siete ora che il vostro mondiale è finito?
Prima del mondiale molti di noi si conoscevano superficialmente, altri invece si conoscevano meglio e da più tempo perchè giocavano nello stesso club o perché si erano conosciuti fuori dal contesto del tchoukball. Finito il mondiale invece, giocando e scherzando insieme, abbiamo legato molto e siamo diventati un gruppo unito. Infatti continueremo a frequentarci anche in futuro.

Il vostro girone è stato quello più difficile quindi avrai una chiara idea sulle seguenti nazionali: Taiwan, Austria e Singapore. Che nazionali sono? Punti di forza e punti deboli? So che la risposta che mi darai sarà un bel po’ dura ma sono gli inconvenienti di essere la bandiera.

turisti made in italy

turisti made in italy

Taiwan, come ho già detto prima, è un’ottima squadra composta da giocatori fenomenali che riuscivano ad attaccare con grande velocità e a difendere con disinvoltura anche tiri molto forti e angolati; sbagliavano poco o nulla. L’Austria é una squadra discreta che contava particolarmente su due o tre giocatori. Singapore é una nazionale molto valida in attacco. In particolare avevano un’ala destra che con i suoi tagliati perfetti ci ha messo in difficoltà, mentre in difesa non erano molto forti .

Ci racconti le partite con Austria e Singapore?
La partita con l’Austria è stata una partita ingiocabile e credo anche inguardabile. Gli arbitri continuavano a segnalare landing e passi: era un susseguirsi di azioni interrotte. All’inizio del primo tempo eravamo in vantaggio di un paio di punti ma da lì in poi per le interruzioni e il nervosismo di noi giocatori, che per la fiscalità degli arbitri eravamo costretti a saltare in modo forzato per evitare i landing. Abbiamo perso il ritmo e questo ci ha portato alla sconfitta. La partita con Singapore è stata invece interessante e molto combattuta infatti alla fine del primo tempo eravamo pari. Durante il secondo tempo e l’inizio del terzo Singapore è andato in fuga ma siamo poi riusciti e recuperare molti punti. Purtroppo, alla fine, abbiamo perso di quattro punti ma nonostante la sconfitta, personalmente, ero contento perchè abbiamo giocato un’ottima partita e abbiamo sbagliato poco.

Che vi è mancato per portare a casa i due punti?
557967_591523360869748_720509456_nCon l’Austria probabilmente ci è mancato il sangue freddo in quanto in una partita come quella non c’era molto altro da fare. Con Singapore invece avremmo potuto vincere con un po’ di grinta in più anche se sarebbe stata comunque un’impresa trattandosi di una delle nazionali più forti del mondo.

Quanto ti è servita quest’anno l’esperienza dei play off? A Montelupo hai messo non poco in crisi una vecchia volpe come l’Andrea “Fergy” Fergnani…
I play off a Montelupo Fiorentino mi hanno segnato molto perchè ho avuto la possibilità di confrontarmi con squadre extralombarde molto competitive e con ex-giocatori di serie A tra cui Andrea Fergnani. Giocare con un vicecampione del mondo e ex campione d’Italia è stata un’ottima prova per testare le mie capacità.

In una foto, nella sera di gala, si vede voi baldi giovani italiani in compagnia delle svizzere… com’è andata?

la foto citata con italiani e svizzere

la foto citata con italiani e svizzere

Alla grande!!! Durante l’esibizione sul palcoscenico sono salite a ballare con noi e in seguito ci siamo fermati a parlare un po’. Erano molto carine e simpatiche.

E con le fanciulle di Taiwan? So che sono state molto premurose e ansiose di fare le foto con voi e scambiarvi i contatti facebook…
Si le taiwanesi continuavano a chiederci foto ed era un continuo “one more” per chiederci di rimanere in posa per scattarne altre; è stato il tormentone di questo mondiale. Inoltre qualcuno di noi ha fatto colpo su qualche taiwanese.

Com’è Chris a ballare?
Non l’ho visto esibirsi ma a prima vista non mi sembra un gran ballerino.

Ora la domanda più importante di tutta l’intervista: che hai mangiato di buono e strano?

Elio col presidente della federazione internazionale Chris

Elio col presidente della federazione internazionale Chris

Di buono abbiamo mangiato il primo giorno ramen all’interno del quale c’erano strane spezie che non avevo mai provato e di cui non conoscevo l’esistenza. Gli altri giorni abbiamo mangiato più volte di seguito pollo e riso in scatola.

Alla fine di quest’avventura che cosa ti è rimasto dentro di questa esperienza, sia a livello umano che sportivo?
A livello umano posso dire che grazie al tchoukball ho stretto amicizia con ragazzi provenienti da tutto il mondo mentre a livello sportivo, come ho detto prima, confrontandomi con i migliori giocatori M18 di molte nazioni del mondo ho visto il loro modo di giocare e le loro tecniche di tiro e difesa da cui poter prendere spunto in futuro per migliorare.

Non possiamo chiudere questa nostra chiacchierata se non ci racconti qualche divertente aneddoto.
Durante un intervista in palestra è stato chiesto in inglese a Giorgione Priora che cosa gli fosse piaciuto del night market, un mercato che si teneva ogni sera a Kaohsiung in cui vendevano di tutto, e lui ha risposto “I like sausages” (mi piacciono le salsicce) indicando con le due dita la lunghezza della salsiccia.

Advertisements

Informazioni su puntoregalato

Tchoukball italiano
Questa voce è stata pubblicata in Caronno Car. Per. Diem. Tchoukball, Interviste mondiali, Mondiali Under 2013 - Taiwan, nostri articoli. Contrassegna il permalink.

Una risposta a INTERVISTA MONDIALE: Elio Kovi

  1. Giorgione ha detto:

    Ahahahah devo ammettere che come doppio senso suona proprio proprio male! 😄
    Ogni volta che lo riguardo scoppio a ridere 😀
    Grande Elio
    Giorgione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...