Settimo posto per l’Italia M18boys

1170769_632164820149427_1233219279_nIl mondiale juniores di tchoukball 2013 che si sta disputando a Taiwan si sta per concludere delineando pian piano tutti i verdetti.
In chiave azzurra dopo il successo mattiniero per 44-33 con la rappresentativa della repubblica popolare cinese gli italiani riescono ad arrivare a giocarsi il 7°-8° posto.
Ad affrontarli la nazionale della Korea del Sud che incontra la squadra di mister Zinetti dopo aver perso in mattinata l’ultimo incontro del proprio girone per 38-32 con Hong Kong.
Dopo i 36 minuti di gioco la finale vede vincere la finalina per 49-32 l’Italia M18 maschile.
Sicuramente a livello di risultati il nostro mondiale non è stato fra i più entusiasmanti, la passata edizione eravamo arrivati al secondo posto; ma se si guarda dietro le quinte per capitan Kovi e tutti gli altri tchouker fare di più era difficilissimo.
Questa manifestazione è stata preparata con poca cura dalla FTBI che ha svolto pochissimi allenamenti, e nonostante i nostri ragazzi hanno disputato individualmente un’ottima stagione le rappresentative asiatiche erano molto più motivate visto che questo evento si giocava in casa o nelle immediate vicinanze.
Per i nostri ragazzi resterà sicuramente una splendida esperienza di vita e sportiva; mentre per la federazione diversi spunti per prepararsi al meglio al prossimo evento juniores.

Annunci

Informazioni su puntoregalato

Tchoukball italiano
Questa voce è stata pubblicata in Mondiali Under 2013 - Taiwan, nostri articoli. Contrassegna il permalink.

8 risposte a Settimo posto per l’Italia M18boys

  1. Giko ha detto:

    Lancio un altro spunto di riflessione senza volutamente trarre conclusioni: nel 2011 (a memoria) 10 dei 12 ragazzi erano giocatori di serie A, in questa edizione 1 su 11.

  2. puntoregalato ha detto:

    E’ una bellissima riflessione Giko.
    Sarebbe bello capire quanto in serie A i giovani M18 sono diminuiti od aumentati fra un mondiale juniores e l’altro.
    Di certo giò ha lavorato bene coi tchouker che si sono messi a disposizione (paradossalmente anche uno come me se era M18 poteva partecipare a questa esperienza azzurra) è riuscito ad ottene un buon risultato.
    E’ utile ricordare i risultati che questi ragazzi hanno ottenuto.
    Hanno giocato alla pari col Austria che conta tre campioni d’europa e singapore che è arrivata seconda.
    Deduco che il problemi non siano stati né l’esperienza dei tchouker (la nostra serie B non ha nulla da invidiare alla serie A anzi da chi ha praticato ambo le serie la trovo più competitiva in quanto nel girone est 5 squadre si sono giocate la qualificazione ai play off e in lombardia i giovani hanno quasi tutti una lunga storia di gioco alle spalle e delle società che vantano i migliori tecnici nazionali; inoltre questa squadra teoricamente dovrebbe avere AUT2011 alle spalle), né l’arbitraggio che quanto si apprende è stato scandaloso ma credo che sia stato per ambo le parti quindi influente alla fine perché equo.
    Forse la fortuna e il girone squilibrato non ci hanno aiutato.
    Il nostro era più competitivo rispetto a quello della svizzera (lo dicono gli scontri diretti nelle successivi finali).
    Però queste due penalità non devono giustificare le possibili mancanze che la ftbi ha avuto nel preparare a livello tecnico questo mondiale.
    Si sa che la fortuna va e viene e Taiwan, che è una squadra forte, dimostra che chiunque ha davanti vincine senza mostrare troppa fatica.
    Di certo noi non siamo la realtà taiwanese ma in tutta onestà chiediamoci se abbiamo fatto il tutto per arrivare lì pronti?
    Quest’anno avevamo 10/11 tchouker lombardi in nazionale e quindi riuscire a organizzare alcuni allenamenti pre mondiale non sarebbe stato poi così difficile…
    (botta)

  3. Giko ha detto:

    Vorrei solo precisare che il livello di agonismo della serie B è fantastico, io solo il primo a dire che eventi belli come i playoff di B ce ne sono pochi.
    Non credo però siano paragonabili le due serie a livello tecnico, tutto qui (ho giocato in A e assistito a partite di B di tutti e tre i gironi). Un ragazzo che gioca in serie A diventa indubbiamente più forte che giocando in B (naturalmente lasciando da parte ogni discorso di trasferte, simpatia, impegno e tutto ciò che non è pura tecnica).

    • puntoregalato ha detto:

      Che tecniamente la serie A sia di un livello più alto è vero ma in serie B le partite sono molto più intense in quanto le squadre ammazzacampionato non esistono.
      Non è un caso che un bergamo ci ha messo tre anni per salire in a e il torino non ha ancora vinto un play off.
      Inoltre i giovani giocano con un ottimo minutaggio facendo esperienza.
      Esistono poi in serie cadetta giocatori di esperienza che alzano il livello (sandri, stana, negrisolo, zonca, ilario, fergnani, puppo, pellitteri, arbe, dip, dani) aiutando i giovani amalgamandosi con loro e non rilegandoli a comparse.
      In A non so quanto un giovane riesca trovare altrettanti spazi e stimoli, che sono poi quelli che fanno crescere.
      A memoria le squadre che si rinnovano in chiave giovanile non ne vedo.
      Castor, Sgavisc, Asti, Varese, Gerenzano sono un giovane gruppo di dinosauri che resta immutato nel tempo;
      seran arriva dalla b;
      lendinara e pollux unisco i vecchi coi giovani soprattutto per necessità;
      ferrara si è retrocessa e chi era in serie A ha giocato in serie A, e nessun cadetto m18 è stato promosso.
      Contando che i settori giovanili sono attualmente Ferrara, Asti, Rovello e Saronno (lendinara ed empoli so che ci sono ma non li considero ancora) se le squadre regine non promuovono nelle loro prime squadre i giovani fidandosi di loro diventa difficile migliorarsi a livello nazionale
      Poi credo, per esperienza personale, che giocare con Taiwan sia stato meno migliorativo che giocare con Singapore e Austria.
      Una partita persa a metà non dà la stessa intensità di una partita persa all’ultimo secondo.

      • Giko ha detto:

        Punti di vista…

        credo che il campionato di A di quest’anno non sia stato affatto noioso e che piano piano il divario tra le squadre stia diminuendo e i risultati lo confermano. divario dovuto soprattutto all’allenamento e all’impegno dei singoli.

        è vero che in serie B ci sono dei “professori” che posso insegnare tanto (spesso cose imparate in A), ma è anche vero e indiscutibile che il LIVELLO MEDIO sia più alto in A, e quindi si possono imparare più cose.
        per fare un’analogia penso che uno studente con 6 professori impari di più che 6 studenti con 1 professore. (tralasciamo il come trovare questa opportunità, è un puro discorso teorico)

        Penso inoltre che un giovane non debba solamente avere spazi ma se li debba anche guadagnare, dimostrando costanza e grinta in ogni allenamento.

        Per finire io, che credo tu abbia messo tra i dinosauri (sono il più vecchio dei castor), non vedo perchè dovrei farmi da parte a 29 anni, per quel che mi riguarda mi considero ancora sportivamente giovane e lascerò il posto solo quando qualcuno se lo meriterà. quando arriverà il momento che i giovani mi supereranno e perderò il mio posto in nazionale guadagnato con sudore e fatica, e mantenuto con ancora più fatica, allora magari mi farò da parte perchè sarò vecchio. ora faccio di tutto per non farmi lasciare a casa dalla nazionale e questo credo sia il miglior esempio che si possa dare ad un giovane.

        Tutto questo è una mia opinione

      • puntoregalato ha detto:

        discorso dinosauri…. il tchoukball è giovane di età e una simona merlone che è fra le più “vecchie” nell’ambiente ha 24 anni. quello che volevo dire è che squadre come castor, asti, sgavisc (che sono i top) hanno finora cambiato poco in fase giovane preferendo la linea dei senatori a quella dei giovani e credo che a parità fra un giovane promettente e un senatore opterebbero per un senatore… scelte tattiche che però precludono possibilità ai giovani di maturare. in B essendo tutti giovani nei momenti cruciali è un giovane che affronta la situazione. cmq come dici tu sono solo punti di vista personali di chi vede lo sport con due prospettive diverse 🙂

  4. qiqqo ha detto:

    ha ragione giko, un giovane se la deve meritare la serie A, non ci deve partecipare solo perché è giovane, se no facciamo come quelle cagate nel futsal dove un allenatore deve portare in squadra almeno 3 giovani che poi sono puntualmente panchinari… noi abbiamo qualche giovane che avrebbe l’opportunità di andare in A, ma devono soprattutto dimostrare di averne voglia e avere voglia di prenderla con un minimo di serietà. quando lo dimostreranno, la porta dei redox sarà aperta per loro, ma non prima, solo per una mera questione anagrafica.

    • puntoregalato ha detto:

      Secondo me un po’ tutti se la dovrebbero meritare la serie A…
      mi sa che attualmente nel tb fare un discorso meritorio è sbagliato in quanto più di una volta squadre come castor e redox hanno giocato partite con un numero al di sotto dei sette.
      Forse inserendo dei giovani a completare questi frequenti buchi , e con un po’ di coraggio e voglia di far crescere tutti, il movimento ne gioverà.
      Nel frattempo come già detto la serie B è meglio attualmente della serie A per una squadra di soli giovani in quanto hanno stimoli e partite più intense.
      Fare un campionato lungo e logorante dove le big snobbano la sessione regolare non credo che possa far migliorare di più i ragazzi se non ci sono anziani a guidarli in campo.
      Purtroppo questa mia affermazione non è dimostrabile perché da quando è nata la serie A nessuna squadra retrocessa ha giocato in serie B e quindi non si possono sapere gli effettivi miglioramenti…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...