Tchoukball: la T è muta

DSCN3154Sento crescere la tensione, manca poco al suono della sirena che concluderà questa partita. Il sole batte forte e il sudore mi imperla la fronte e scorre lungo la schiena, la tensione si fa sentire alla grande e raggiunge picchi inaspettati appena mi arriva il pallone fra le mani. La rete è a due metri, devo solamente saltare e farci rimbalzare contro la sfera, sperando che il caso mi aiuti e le faccia toccare terra al di fuori dell’area. Salto, mi libro nell’aria come un delfino quando esce dall’acqua e faccio roteare dall’alto verso il basso il mio braccio destro; con tutta la potenza che ho in corpo scaglio la palla contro la rete e la vedo rimbalzare lontano. Sono attimi che passano in un secondo, ma per me è come se tutto fosse al rallentatore e si svolgesse in dieci ore: aspetto che la palla superi le braccia degli avversari e la vedo andare verso il suolo, speranzoso in un miracolo, che puntualmente avviene. Ho fatto punto e contemporaneamente la sirena ci avverte della fine della partita. Mi sento un dio, mi giro verso il tabellone e leggo il risultato finale: ventuno a tre per gli avversari. Beh dai, poco male, almeno ho fatto il mio primo punto a tchoukball.

continua a leggere su http://www.5avi.net/18638/2013/05/tchoukball-la-t-e-muta/#comment-2752

Annunci

Informazioni su puntoregalato

Tchoukball italiano
Questa voce è stata pubblicata in Rimini Tchoukball Festival, Tchoukball dai giornali. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...